Teatro Bambini

Giacomo e il circo

“Non ti dondolare!” è quello che Giacomo si sente ripetere ogni giorno, ogni ora, ogni volta che si squilibra indietro sulla sedia e dondola. Sì, Giacomo dondola. Dondola quando si annoia, dondola quando è irrequieto, quando si perde nei suoi pensieri o quando viene sgridato. Dondola perché fatica a trovare il suo posto tra i banchi di scuola, nelle ore di scuola e tra i compagni. Dondola perché non ne può fare a meno. Ma non ci si dondola a scuola! E’ pericoloso. Glielo dice la maestra, glielo dice il papà e un giorno glielo dice anche Fantine, che nella vita fa l’acrobata, dondola per mestiere e lo fa in un circo. Per Giacomo, che il circo non lo aveva mai neanche immaginato, è l’inizio della rivoluzione che aspettava da sempre. La rivoluzione del trasformare un talento piccolo e apparentemente inutile in qualcosa di grande; la rivoluzione dell’impegno che ci vuole per farlo, perché tutte le cose belle sono difficili e la rivoluzione di scoprire che esiste un posto per ognuno di noi: per alcuni sarà in mezzo ai numeri, per altri in mezzo alle stelle e per qualcuno sarà su un filo sospeso nell’aria, che dondola dolcemente.

By Davide Del Grosso, ago
Teatro Bambini

L’albero delle bolle

Questa è la storia di Lola, una piccola bolla di sapone che nasce tra i rami e le foglie di un comunissimo albero di mele, popolato da mele canterine e da un simpatico bruco un po’ pauroso. La bolla Lola si affeziona velocemente a tutti gli abitanti dell’albero, ma Sotuttoio, la voce della pianta, le svela il suo destino: lei dovrà partire e raggiungere la sua Città delle Bolle. Il cattivo Mister Trappola cattura Lola e costringe gli abitanti dell’albero a correre in suo aiuto, fino al colpo di scena finale.

By Davide Del Grosso, ago
Teatro Bambini

Lucetta

Questa è la storia di Lucetta, una bambina come ce ne sono tante ma con un segreto tutto suo. Di notte, quando tutti dormono, lei cerca di restare sveglia: è convinta che nel suo grande armadio, dietro le camicie, i pantaloni e le magliette abiti qualcuno. Forse è un mostro, forse un fantasma, forse il buio in persona…

By Davide Del Grosso, ago
Teatro Bambini

Amico bosco

Lo sapevate che gli animali del bosco scrivono lettere? E fanno feste di compleanno incredibili, e sanno stare tutti insieme dentro una sola tana? Il protagonista di questa storia è uno scoiattolo, che si sente solo. A lui non piace giocare con gli altri, anzi, vuole tenere le sue ghiande tutte per sé; ma così non gli rimane intorno neppure un amico. E lui se ne sta rintanato sul suo albero, a collezionare ghiande bellissime che nessuno mai potrà vedere.

By Davide Del Grosso, ago
Teatro Bambini

Valentino lo spazzacamino

C’è una bambina che non dorme mai, e immagina e sogna quel che capita sopra il tetto di casa sua. Lei non lo sa, ma sopra il tetto di casa sua in effetti capita qualcosa, ogni sera: c’è Valentino, lo spazzacamino, che si siede sulle tegole del tetto e guarda le stelle. Non ha amici, lei. Non ha amici, lui. Ma per fortuna… arriva il Natale! E in quella notte magica Valentino si ritrova a dover dare una mano nientemeno che a Babbo Natale in persona! Lui ha mangiato troppo, e non passa più dal camino. L’incontro tra Valentino e Camilla è bello che fatto. Non rimane che salire sui tetti e girare per il cielo…dove questa notte la neve e le stelle nevicano insieme! “Valentino lo spazzacamino” non è solo una storia di Natale: è una storia sul valore dell’amicizia e della condivisione. I due personaggi sono anime sole, e non sanno di essere così vicini tra loro: una sotto, e l’altro sopra. Una volta incontrati, ci vorrà poco perché il gioco diventi comune. Sulla scena ci sono due attori,che giocano a interpretare le parti: Valentino, Camilla…e a un certo punto comparirà anche Babbo Natale! E per magia ecco la neve, le stelle, i tetti delle case…Non rimane che cantare tutti insieme: buon Natale!

By Davide Del Grosso, ago
Teatro Bambini

Bambina Barbina

C’è una bambina che si guarda attorno, si sente strana, si sente guardata. A volte le sembra difficile anche correre, le sembra sempre di fare la cosa sbagliata. Un giorno allo specchio vede qualcosa sul suo viso, un piccolo pelo proprio lì sulla guancia. Ohibò - si domanda - che cosa sarà? Inizia così l’avventura di Giulietta, la donna barbuta. Da sempre bambina diversa, con un soprannome attaccato alla sua barba, Giulietta cresce fino all’incontro con Romeo, un Romeo speciale, che l’aiuterà a trovare il coraggio per vincere la paura di lasciarsi vedere da tutti. Attraverso gli elementi scenici della musica e del canto, accompagnato dalla chitarra, si snoda la storia di questi due personaggi, che troveranno nelle rispettive diversità una via per camminare insieme, con coraggio, nella vita. 

By Davide Del Grosso, ago