Il Comteatro si occupa di progetti di educazione teatrale all’interno delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di I e II grado: i laboratori sono condotti da attori e specialisti della didattica teatrale, supportati dagli insegnanti di riferimento delle classi. L’obiettivo che i laboratori si pongono non è solo quello di insegnare a recitare ai bambini e ai ragazzi, quanto quello di utilizzare il teatro come forma di linguaggio da sperimentare, come mezzo di agevolazione nella costruzione del gruppo e nella socializzazione tra i partecipanti.

La struttura del laboratorio viene concordata con gli insegnanti, in relazione alle attività svolte a scuola: è possibile approfondire un argomento trattato durante le lezioni, oppure costruire insieme ai ragazzi una favola teatrale e poi provare a rappresentarla. Il programma del laboratorio prevede l’apprendimento da parte dei partecipanti degli elementi principali che compongono il lavoro teatrale: l’utilizzo dello spazio scenico, l’espressività corporea, le improvvisazioni individuali e di gruppo.

La partecipazione degli insegnanti è fondamentale per creare un circolo di comunicazione tra la scuola e il teatro, affinché gli operatori teatrali possano usufruire delle competenze e delle conoscenze che i docenti posseggono nei confronti dei partecipanti; inoltre il laboratorio è una lente di ingrandimento utile agli insegnanti per scoprire i propri allievi in contesti diversi e per apprendere nuove modalità di condurre un gioco e un’attività ricreativa.

  • Scuola dell’infanzia: Disegnare una fiaba
  • Scuola primaria: Il Cerchio delle storie, Il Mio nome con un gesto
  • Scuola secondaria di I grado: stare in scena, stare insieme
  • Scuola secondaria di II grado: La parola poetica, Verso la scena, Dal Romanzo al copione.

Scarica l’elenco delle scuole in cui abbiamo lavorato in questi anni  Elenco scuole_pdf


PRIMA ORA: ENTRANO GLI ATTORI!”

Letture teatrali per le scuole secondarie di I grado

Il Comteatro propone una serie di letture teatrali che possano avvicinare i ragazzi alla letteratura e al mondo del teatro: tre attori entrano in aula con leggii, costumi, musiche e oggetti di scena… In pochi istanti l’aula si trasforma in un vero teatro, poiché non è il palcoscenico o il sipario a creare l’atto teatrale, ma l’energia che si crea tra un attore e uno spettatore.

Il teatro non solo può entrare a scuola, ma può entrare in classe, stravolgere lo spazio dell’aula e farlo diventare palco, scena, luogo colmo di suggestione e di mistero. L’esperienza della lettura vissuta non come momento didattico ma come vero e proprio evento teatrale proietta i ragazzi, il gruppo classe, in una dimensione di pubblico attivo, abbracciato agli attori poiché è la classe, cioè il “loro” spazio, a farsi teatro davanti ai loro occhi. E ancora: l’incontro con testi classici affrontati con tutt’altro modo consente ai ragazzi di vivere le pagine della letteratura come pagine assolutamente nuove, ben diverse dall’esclusiva lettura individuale o dallo studio dell’argomento.

Elenco delle letture in repertorio

  • IL MACBETH: UNA TRAGEDIA DEL POTERE
  • LA COSTITUZIONE ITALIANA E LE LEGGI RAZZIALI
  • LA SERA
  • LA GUERRA
  • L’AMORE
  • NASTAGIO DEGLI ONESTI O DELL’AMORE NON CORRISPOSTO
  • PRIMA LE DONNE E I BAMBINI: I DIRITTI UMANI
  • GUARDARE LE STELLE TRA MISTERO E SCIENZA