Corso Adolescenti Base Davide Del Grosso

#ADOLESCENTIBASE

  • Età: dai 14 ai 17 anni

  • Frequenza: Due ore, una volta la settimana

  • Quando: mercoledì pomeriggio, dalle 17.00 alle 19.00 (se il numero di iscritti dovesse superare una classe verrà attivato un altro corso il martedì pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00)

  • Durata: da metà ottobre a metà maggio, con saggio finale

  • Monte ore: 60 ore

  • Conduttori: Cinzia Brogliato, David Bonacina, Umberto Banti

  • Principali elementi di lavoro: scoperta e accettazione del proprio corpo-voce e del corpo-voce dell’altro / spazio vuoto come spazio espressivo / training fisico e vocale / relazione col compagno / proposte di scrittura creativa / costruzione guidata di un breve lavoro di gruppo / spettacolo come incontro con l’altro e non come performance.

L’adolescenza rappresenta uno dei passaggi più tumultuosi e ricchi di cambiamenti per un ragazzo ed è in questo periodo di vita che spesso si interrompe il dialogo con il proprio corpo. Il corpo diventa estraneo, cresciuto troppo in fretta o, al contrario, non cresciuto a sufficienza. Diventa una parte da nascondere, quasi da ripudiare e spesso viene negato come mezzo di comunicazione.

Eppure è proprio il corpo lo strumento fondamentale per entrare in contatto con il mondo esterno e per comunicare con gli altri: le percezioni sensoriali, l’impulso, lo sguardo, l’energia, la forza, il contatto.

Il lavoro del corso adolescenti parte proprio dal concetto di SCOPERTA o, per meglio dire, di RISCOPERTA del proprio corpo e delle sue infinite possibilità. E’ da lui che nasceranno poi i suoni, le parole, la voce nella sua radice più profonda. Non solo non vergognarsi più del proprio corpo, ma farlo diventare il baluardo della propria possibilità espressiva. Il corpo, quindi, non come impedimento ma piuttosto come fedele e amorevole alleato, che offre la possibilità di esprimere e comunicare poeticità e bellezza.

E poi ancora, affrontato questo primo passo, lavorare sulla relazione con l’esterno, con l’altro, con il compagno e con lo spazio intorno a sé. Essere a proprio agio in uno spazio vuoto e in una relazione con gli altri, che diventano possibilità di fare nuove scoperte di se stessi.

Ed è così che attraverso il teatro, in un ambiente protetto e dedicato, inizia questo dialogo di conoscenza con un sé in continuo mutamento e con l’altro da sé, che non spaventa più e del quale ci si può incuriosire.

Per info e iscrizioni scriveteci a info@comteatro.it 🙂