fbpx

Chantal Masserey, di madre lingua francese, sono nata in Svizzera, sulle sponde del lago Lemano. Da sempre incuriosita dal mondo del teatro, con il mio arrivo in Italia, negli anni ’90, la mia passione prese forma e concretezza.

Dopo avere perfezionato l’apprendimento della lingua italiana ho conseguito, nel 1994, presso l’Università Cattolica di Milano il diploma universitario di Consigliere di Orientamento e Consigliere psicopedagogico. Contestualmente, cominciai anche un lungo periodo dedicato alla formazione teatrale, frequentando per i primi anni la scuola del Teatro Arsenale di Milano sotto la direzione di Marina Spreafico, successivamente, i laboratori permanenti con Carlos Maria Alsina.

Nel 2002 ripresi il mio percorso formativo, durato cinque anni, presso il Comteatro di Corsico sotto la direzione artistica di Claudio Orlandini. Durante la mia formazione continua teatrale ho seguito vari seminari condotti da artisti quali, ad esempio, Dominque de Fazio, Paolo Nani, Marco Oliva, Daniele Paolin, ecc.

Nel 2007 entrai a far parte della compagnia Comteatro con cui svolgo l’attività di formatrice, attrice, coautrice, coregista e regista. Come attrice ho interpretato ruoli in pièces di Ionesco, Pirandello, Arrabal, Copi, Cechov. E come coautrice e attrice di spettacoli per adulti e adolescenti su temi sociali connessi alla promozione della cultura della Legalità come, ad esempio, quelli sulla Mafia, dedicato a Giovanni Falcone e sul Gioco d’Azzardo.

Nell’ambito della formazione attorale mi occupo della didattica per gli adulti e coordino le attività formative rivolte agli adolescenti.

Dal 1995, insieme alla formazione e all’esperienza teatrale, mi occupo di counseling orientativo con giovani di diversificata estrazione sociale, culturale ed etnica curando percorsi di bilancio delle competenze, inserimenti occupazionali, percorsi individualizzati di reinserimento sociale e nel percorso formativo. Su queste tematiche ho collaborato con l’Ufficio Servizi Sociali Minorili di Milano e ho svolto la mia attività all’interno dell’Istituto Penale Minorenni “Beccaria” di Milano e con giovani adulti, presso le Case Circondariali di San Vittore (Milano) e di Monza.

Successivamente, questa esperienza si è svolta all’interno della Cooperativa Antares che ho contribuito a fondare e con la quale ho collaborato per diversi anni. Tutt’ora questa attività, di cui sono responsabile, viene svolta all’interno del Servizio Famiglia della Cooperativa Sociale Arimo. In questo contesto sono coinvolta nell’attività di una rete di operatori di diversa estrazione: educatori, medici, psicoterapeuti, neuropsichiatri, assistenti sociali, insegnanti, operatori della giustizia minorile e della giustizia ordinaria.